Smaltire il pulper di cartiera è meno costoso con una pressa “strizzatrice” Runi

Pressa strizzatrice dewatering Runi SK370

Smaltire il pulper di cartiera è meno costoso con una pressa “strizzatrice” Runi

Compattare e strizzare il pulper da cartiera con una pressa strizzatrice “dewatering” Runi può abbattere i costi di smaltimento.

Carta e Cartone ritirati con la raccolta differenziata vengono utilizzati nelle cartiere come carta da macero per creare nuova carta. All’arrivo in cartiera il primo passaggio è quello di separare la carta e il cartone da materiali diversi come la plastica, le graffette in metallo e altri elementi indesiderati. Questa operazione viene fatta mediante una macchina che si chiama pulper. La carta da macero viene lavata con abbondante acqua e, grazie ad una centrifuga, i materiali vengono separati. La carta così ripulita passa ad altre fasi di produzione. La parte di materiale di scarto, chiamato comunemente pulper, deve essere smaltita. Il problema principale è che questo scarto è bagnato, contiene quindi un altissimo quantitativo d’acqua. Questo si traduce in alti costi per il trasporto e lo smaltimento perché ovviamente è un rifiuto pesante.

Come ridurre il peso del pulper da cartiera e i costi di smaltimento?

Alla Skjern Papir A/S in Danimarca, cartiera che produce 54000 tonnellate di carta e cartone riciclato all’anno, compattano e strizzano il pulper con una Runi SK370

Pulper da cartiera "strizzato" e compattato

Pulper da cartiera “strizzato” e compattato

Il rifiuto, con un contenuto di acqua molto elevato, veniva indirizzato direttamente alla discarica, che è già di per sé un metodo di smaltimento costoso e che l’alto contenuto di acqua rendeva ancora più costoso in termini di trasporto e smaltimento” spiega l’Operations Manager della Skjern Papir Finn Knudsen .

La pressa compattatrice a coclea Runi SK370 separa la componente liquida dagli altri materiali, grazie a un processo di strizzatura che riduce ad un rapporto di 4 a 1 il peso/volume del rifiuto solido.
Alla Skjern Papir il rifiuto secco è aumentato tra il 64% e il 67 % e ora può essere smaltito come rifiuto combustibile ad un costo molto più basso.

In più evitiamo di dove trasportare acqua senza uno scopo utile. L’acqua viene espulsa dallo scarto e adesso viene riutilizzata nella centrifuga” aggiunge Knudsen.

Il compattatore è completamente automatico e funziona 24 ore al giorno 7 giorni su 7. I sensori nella tramoggia attivano la trasmissione a vite in presenza di materiale da comprimere mentre le ganasce idrauliche a controllo elettronico assicurano una pressione di compattazione costante.

La Runi Sk370 è una macchina potente, che funziona in modo affidabile e costante anche in un ambiente aggressivo come il nostro” conclude Knudsen.

Vantaggi ottenuti utilizzando una pressa strizzatrice-dewatering Runi

  • Abbattimento dei costi di smaltimento del pulper
  • Recupero di parte dell’acqua utilizzata nel processo di “lavaggio” della carta da macero
  • Riduzione dei trasporti necessari per lo smaltimento 
  • Il pulper “secco” può essere usato come combustibile e non viene più conferito in discarica
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.